Citazione
0

“C’é chi insegna guidando gli altri come cavalli, passo per passo:forse c’è chi si sente soddisfatto così guidato.

C’é chi insegna lodando quanto trova di buono e divertendo, c’è pure chi si sente soddisfatto essendo incoraggiato.

C’é pure chi educa, senza nascondere l’assurdo ch’è nel mondo, aperto ad ogni sviluppo cercando d’essere franco all’altro come a sé, sognando gli altri come ora non sono; ciascuno cresce solo se sognato.”

Danilo Dolci, Poema Umano.

Annunci
1

I bambini e l’ecologia, aspetti psicologici dell’educazione ambientale, di Passafaro, Carrus e Pirchio

download“La crisi ecologica è una crisi dovuta al comportamento disadattivo delle persone”, scrivevano Maloney e Ward già nel 1973, sottolineando come fosse importante indagare sulle motivazioni, anche psicologiche, che sono alla base dei problemi ambientali o ecologici. Gran parte di essi è infatti causata dai comportamenti umani, i quali sono accompagnati e guidati dai relativi pensieri, sentimenti, atteggiamenti e valori. E’ sempre più evidente quindi Continua a leggere

0

Circular Economy for Food. Materia, energia e conoscenza, in circolo, di F. Fassio e N. Tecco

Cover_Fassio_Circular_Economy_for_FoodLe modalità con cui abbiamo prodotto e consumato il cibo negli ultimi cinquant’anni hanno avuto degli impatti devastanti sugli ecosistemi e sulle società umane. Il consumo di cibi poco salubri sta causando problemi sanitari gravissimi, e mentre quasi un miliardo di persone non hanno da mangiare, buttiamo via quantità di cibo che basterebbero a nutrirle senza problemi. È evidente che il sistema attuale, basato su una logica rigidamente lineare, non funziona, e che il passaggio a Continua a leggere

0

L’educazione alla felicità, di S. Natali

educazione-alla-felicita-192x300Da una recensione di Maria Teresa Stasolla

“L’educazione alla felicità” (Aliberti editore, euro 7.00, pag. 63) di Salvatore Natoli è un “libretto” che, di primo acchito, può apparire una sorta di variazione sul  tema della crisi del mondo contemporaneo (il presente è luogo dell’ incertezza e  il mondo adulto ha perso i suoi punti di riferimento) Continua a leggere