Bambini più deboli per effetto del deficit di natura

Uno studio pubblicato sulla rivista di salute infantile “Acta pediatrica” ha misurato nel 2008 la forza di 315 bambini di 10 anni, comparandola con quella di 309 bambini che avevano la stessa età nel 1998. I ricercatori hanno scoperto che:

  • il numero di addominali che i bambini erano in grado di fare era diminuito del 27,1%;
  • la forza del braccio si era ridotta del 26%;
  • la forza della presa per aggrapparsi era scesa del 7%.

COSA COMPORTA QUESTO INDEBOLIMENTO?

L’indebolimento della muscolatura del tronco determina una minore stabilità della colonna vertebrale e maggiore difficoltà a mantenersi dritti. É così che moltissimi bambini devono ricorrere al medico per risistemare le articolazioni vertebrali C1 e C2 nella regione cervicale del collo. La rigidità in queste regioni può avere ricadute su qualsiasi cosa: può influire sugli occhi, sulle cavità sinusali, sul naso e sul palato e generare dolori alla testa, mentre la compressione nelle regioni inferiori del collo può creare problemi nella presa pollice-indice. Inoltre se le ossa non sono protette da muscoli sufficientemente forti sono più soggette a fratturarsi quando subiscono un colpo, non a caso le fratture in età pediatrica sono in preoccupante aumento in tutto l’Occidente.

COME LIMITARE I DANNI?

“Non c’è problema”, starete pensando, “i miei figli fanno sport”. Ottimo, ma come dimostrano i dati questo non basta, lo sport non può rimpiazzare la necessità del gioco libero all’aperto (ne ho parlato qui) per due motivi principali:

1️⃣ attraverso il movimento libero in natura la muscolatura viene attivata in modi impossibili da ottenere in ambiente chiuso e monotono. La complessità dell’ambiente naturale mette in moto simultaneamente ogni singolo muscolo del corpo e tutti i sistemi che sottendono la percezione del proprio agire nell’ambiente esterno.

2️⃣ oltre ai muscoli, la natura coinvolge i sensi, coadiuva lo sviluppo del sistema immunitario e, se frequentata in libertà con i coetanei, senza il controllo e la direzione troppo opprimente degli adulti, é una scuola insostituibile per lo sviluppo delle abilità sociali, lì dove gli spazi di socializzazione sono sempre più ristretti nei principali contesti quotidiani come scuola e palestra, dove la prestazione occupa un ruolo sempre più centrale.

Non esiste luogo migliore della natura per dare valore all’infanzia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: