0

L’educazione alla felicità, di S. Natali

educazione-alla-felicita-192x300Da una recensione di Maria Teresa Stasolla

“L’educazione alla felicità” (Aliberti editore, euro 7.00, pag. 63) di Salvatore Natoli è un “libretto” che, di primo acchito, può apparire una sorta di variazione sul  tema della crisi del mondo contemporaneo (il presente è luogo dell’ incertezza e  il mondo adulto ha perso i suoi punti di riferimento) Continua a leggere

Annunci
0

Festival Educazione alla sostenibilità

Villaggio per la Terra, Villa Borghese, 23-24 Aprile 2018

logo.pngUn momento di grande festa, ma anche un’opportunità di confronto e di crescita per i giovani sui temi della sostenibilità ambientale e sociale: è il Festival Educazione alla Sostenibilità, che si terrà il 23 e il 24 aprile presso il Galoppatoio di Villa Continua a leggere

0

“Teen! Il futuro a portata di mano”: bando per 5 progetti educativi inediti

bper_logo_safe-area@2x.a083a21c4586BPER Banca lancia il bando “Teen! Il futuro a portata di mano“, attraverso il quale intende sostenere 5 progetti educativi inediti che abbiano come target ragazzi/e dai 13 ai 19 anni. I progetti riguarderanno percorsi di crescita per i giovani, relativamente ai quali non si introducono restrizioni su metodologia o linguaggio e nemmeno sugli obiettivi, che potranno essere di carattere sociale, culturale o di educazione alla sostenibilità ambientale. Il bando è Continua a leggere

0

Genitori – Giovani – Tecnologia: una relazione complicata

ImmaginePomeriggio al Parco a leggere, scrivere, rilassarmi. Non lontano da me, sul prato, vengono a sedersi una madre con la figlia. L’una giovane, sulla quarantina, l’altra piccola, sui 10 anni. La prima ha con se un telefonino, l’altra ha con se un pallone di Hello Kitty. Si siedono l’una di fronte all’altra alla distanza di circa due metri. O meglio, la madre si siede e la figlia le si siede di fronte. Perché specifico questo dettaglio? Perché i dettagli sono importanti, e questo lo è particolarmente. La madre prende subito ad armeggiare col telefono cellulare, la figlia dopo qualche minuto le chiede di giocare. Nessuna risposta. Qualche altro minuto. La figlia rifà la stessa richiesta. Non ottiene attenzione, così prende a ripetere senza fermarsi e in tono interrogativo “giochiamo giochiamo giochiamo giochiamo giochiamo giochiamo hai finito hai finito hai finito hai finito”… ed è Continua a leggere